TAXI DEL FUTURO URI E IL 3570 LANCIANO "TAXI NOW RADIOTAXI 3570" E ARRIVANO PRIMI NEL MONDO



Roma, 29 novembre 2009 – Trasparenza e innovazione sono le parole d’ordine con cui URI e Radiotaxi 3570 vogliono rivoluzionare il rapporto con i propri clienti, grazie a sistemi di prenotazione all’avanguardia come ‘TAXI NOW RADIOTAXI 3570’, un’esclusiva mondiale che garantisce maggiore qualità e più trasparenza.

A lanciare il nuovo servizio, prima tra le Cooperative che aderiscono ad URI (Unione del Radiotaxi d’Italia) è Radiotaxi 3570 - la più grande in Italia e in Europa – che arriva così sul gradino più alto del podio mondiale in fatto di tecnologie applicate ai taxi. Grazie ad URI e al 3570 il futuro dei taxi è già una realtà tecnologica tesa a soddisfare sempre di più le esigenze dell’utenza.

“L’obiettivo – dichiara Loreno Bittarelli, presidente della Cooperativa Radiotaxi 3570 e di URI - è quello rivoluzionare in chiave positiva la percezione che l’opinione pubblica ha dei tassisti mettendo in evidenza principi come trasparenza e sicurezza, oggi più che mai le linee guida dei taxi italiani”. Dopo il lancio di Roma, altre città italiane (come Milano, Firenze e Bologna) potranno offrire ai propri clienti TAXI NOW RADIOTAXI 3570, in modo da arrivare a coinvolgere, gradatamente, tutti i 12.000 taxi aderenti ad URI sparsi in tutta Italia.

La Cooperativa Radiotaxi 3570, con i suoi 3500 soci, è la presenza più importante, non solo in termini numerici, all’interno di URI. Questa rilevanza si esprime anche attraverso la sperimentazione di nuove opportunità per i clienti, che uniscono praticità d’uso a trasparenza. Vediamo nel dettaglio i servizi che Radiotaxi 3570 mette a disposizione della clientela:

‘TAXI NOW RADIOTAXI 3570’ è un’esclusiva mondiale del 3570 e di Uri che, grazie ad un software di riconoscimento vocale, permette un ventaglio di opzioni uniche (si può persino scegliere la grandezza dell’auto richiesta) per avere un servizio ritagliato su misura e gestibile interamente con il proprio cellulare . Da oggi, infatti, basterà pronunciare il luogo in cui ci si trova (es. “Roma, via Nazionale 53”) e, dopo la ricezione di un sms di conferma, un taxi ci verrà a prendere per portarci a destinazione in tempi rapidissimi.
‘TAXI NOW RADIOTAXI 3570’ è realizzato dalla società americana Promptu con sede a San Francisco e all’avanguardia per quanto riguarda il riconoscimento vocale. Promptu è anche un po’ italiana visto che tutto management è composto da nostri connazionali. Dopo Roma, con il 3570, questo servizio sarà adottato da altre compagnie italiane aderenti all’URI (Unione dei Radiotaxi d’Italia) che operano in città come Milano, Firenze, Bologna. In queste quattro città, durante il mese di dicembre, sarà effettuato un training che vedrà coinvolti tutti i tassisti interessati dal lancio di questo servizio, affinché siano proprio loro i testimonial di TAXI NOW RADIOTAXI 3570 presso la clientela.

‘SMS Taxi’ permette di prenotare il servizio taxi semplicemente mandando un messaggio contenente il nome della città e l’indirizzo al numero 366 673 0000. Un unico numero valido, grazie all’adesione dell’URI, in tutte le città d’Italia.

‘e-Taxi’ è l’e-commerce del 3570. Sul sito www.3570.it vi è una sezione dedicata a chi vuole prenotare e pagare in anticipo una corsa, in modo chiaro e trasparente. È un servizio adatto anche ai turisti che vengono a visitare la Capitale e che, prima di partire, vogliono pianificare l’intero viaggio in ogni dettaglio. E sempre per loro, Radiotaxi 3570 offre la possibilità di richiedere un tassista che parli una lingua straniera, inglese, francese, spagnolo e tedesco.

‘STP (sms taxi payment)’ è il servizio pensato e realizzato per le aziende che permette di controllare in tempo reale e tramite internet tutti i dettagli delle corse effettuate, con una fattura di riepilogo a fine mese. Per la rendicontazione, è innovativo perché sostituisce i buoni cartacei con le ricevute inviate dal sistema.

Per lanciare tutte queste novità viene presentata oggi a Roma una campagna di comunicazione, ideata e realizzata dall’Agenzia Moltiplica ( www.moltiplica.net ), che vede il 3570 protagonista, grazie ai suoi stessi tassisti che si sono fatti ritrarre mentre spiegano le nuove proposte offerte alla clientela. Tutto questo è ‘Taxi del futuro’!

Ma il 29 novembre 2009 - Radiotaxi 3570 presenta non solo strumenti tecnologici e innovativi per i clienti, ma anche nuovi progetti destinati a sottolineare la propria attenzione verso tematiche di grande interesse per la sensibilità pubblica Sociale

Dopo il ‘Taxi Buono’, iniziativa del 2008 che ha visto la Cooperativa romana legarsi all’associazione internazionale no profit Save the Children, Radiotaxi 3570 desidera rivolgersi ora alle persone diversamente abili. La motivazione è la scarsissima diffusione di vetture adatte al trasporto di clienti portatori di handicap: attualmente a Roma, su 7.500 taxi, ce n’è solamente una. Grazie ad una partnership con Ford e con il Patrocinio dell’ANGLAT (Associazione Nazionale Guida Legislazione Andicappati Trasporti), la Cooperativa avrà presto a disposizione 50 autovetture in grado di trasportare sia i clienti normodotati, sia quelli disabili. Questo sarà solo un primo step verso il completamento di una flotta taxi che sia davvero pensata per tutta la clientela. Ambiente

Oltre alle esigenze dei clienti, Radiotaxi 3570 è sensibile anche all’ambiente. Visti gli effetti dell’inquinamento sulle grandi metropoli e sulla città di Roma, la Cooperativa si impegna a dare un sensibile contributo alla riduzione dello smog acquistando nuovi mezzi dotati di impianto a metano. È prevista anche la realizzazione di un’area di rifornimento a metano, nei pressi dell’aeroporto di Fiumicino, che garantirebbe, grazie alla sua posizione strategica, il rifornimento a tutti i tassisti romani (per i quali l’aeroporto è tappa abituale) senza ripercussioni sul traffico cittadino. Questo progetto, in fase di studio, sarà lanciato definitivamente durante il 2010.

Radiotaxi 3570 Soc. Coop. - Via del Casale Lumbroso 167, 00166 Roma - P.I. e C. F. 01039321003 - Informativa sui cookies